1

App Store Play Store Huawei Store

Boxe verbania contro la violenza sulle donne

GRAVELLONA TOCE - 26-11-2021 -- Una giornata dedicata alla lotta per eliminare la violenza sulle donne, un allenamento per costruire fiducia in sé stesse e nel proprio potenziale, che insegna a porsi degli obiettivi, a rialzarsi. Boxe Verbania ha celebrato così la Giornata Internazionale del 25 novembre, aprendo le proprie porte a tutte le donne per lottare contro ogni tipo di violenza, accogliendole con un segno rosso sotto l’occhio, simbolo della lotta.

La boxe è uno sport di contatto, dove la violenza compare per definizione, il cui uso al di fuori delle modalità e dei tempi stabiliti non è consentito. Gli allenamenti sono metodici, scanditi da dure sessioni. Il ring è un momento di confronto, per verificare le proprie potenzialità, la propria tecnica, non è un momento per colpire l’avversario senza logica e con rabbia. È una questione, oltre che di resistenza fisica, anche di testa: rispetto per il prossimo, concentrazione e tenacia, fiducia in sé stessi.

Rispetto per il prossimo, valore che se tutti avessero, a quest’ora si vivrebbe in un mondo diverso, dove, per dirne una, la violenza sulle donne sono esisterebbe. Forse un’utopia pensare a una società che educhi i propri figli a rispettare le donne e non le donne a difendersi da fidanzati, mariti, padri violenti, travolte da relazioni tossiche da cui è difficile uscire.

Alcuni dati riportati dal Ministero della Salute e da Istat (https://www.salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp?id=4498&area=Salute%20donna&menu=societa) sulla situazione nel mondo e in Italia: a livello mondiale la violenza contro le donne interessa 1 donna su 3; in Italia il 31,5% delle donne ha subìto nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale. Le forme più gravi di violenza sono esercitate da partner o ex partner, parenti o amici. Gli stupri sono stati commessi nel 62,7% dei casi da partner. Il numero delle chiamate valide pervenute al numero antiviolenza 1522 è aumentato rispetto allo stesso periodo del 2020.

“Numeri intollerabili che testimoniano una continua, diffusa e ancora inestirpabile violenza contro le donne- queste le parole del discorso del Capo dello Stato Sergio Mattarella (https://www.quirinale.it/elementi/61256) - In tutti i casi, la violenza contro le donne è un fallimento della nostra società… Resta ancora molta strada da fare, ma occorre continuare ad operare, individualmente e con azioni collettive, perché eliminare la violenza sulle donne è un obiettivo essenziale per il nostro vivere in comune”. (H.B)

Nella foto Jessica, Roberta e Valeria con l’allenatore Giuseppe Castellano.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.