1

bistrot 2mila8

DOMODOSSOLA- 05-12-2017- Ancora una sconfitta  per i ragazzi del Bistrot2mila8volley che sabato scorso in casa al Palaspezia erano opposti alla capolista ed ancora imbattuta Pallavolo Borgofranco. Il Palaspezia così viene "espugnato" dopo quasi un anno. Una sconfitta netta, per 0 a 3, che però non rispecchia pienamente l'andamento del match nel quale nei primi due parziali Domodossola ha condotto per lunghi tratti, anche se le è mancato lo sprint finale. Purtroppo, quando le cose iniziano a girare male si rischia di instaurare un circolo vizioso dal quale è difficile uscire e nel quale oltre a parecchie colpe che, sia chiaro, sono da imputarsi anche agli atleti ossolani, iniziano ad incidere anche fattori esterni quali ad esempio la sfortuna. Infatti, come detto poc'anzi, Domodossola sta affrontando un momento non facile sotto il profilo dei risultati e delle tante assenze determinanti. Nonostante questo, sabato i ragazzi di De Vito hanno disputato una delle migliori partite, contro una squadra decisamente più quotata e in forma rispetto a loro. Domodossola avrebbe anche meritato qualcosa in più per lo meno nel primo set, quando avanti fin dal primo punto stava giocando finalmente sui livelli che le sono più consoni. Avanti ancora fino al 18-15 e al 19-16, i domesi hanno un primo rallentamento che li porta ad essere quasi raggiunti: 22 a 21. A questo punto Domodossola accusa il colpo, forse anche dovuto alla fragilità mentale del momento. Un errore in battuta di De Vito e ancora due errori in ricezione sempre dello schiacciatore domese regalano di fatto il set agli ospiti 22 a 25. Copione simile nel secondo set nel quale Domodossola parte bene. Poi un break di 4 punti, sempre sulla stessa rotazione e sempre a causa di una ricezione ballerina, permettono al Borgofranco, decisamente più cinico, di prendere il vantaggio che poi risulterà determinante ai fini della vittoria finale: 19 a 25. Nel terzo set invece, Domodossola rimane in gara solo pochi punti (14 - 25). Del resto, come detto da uno degli atleti a fine partita, "Non è facile riuscire a mantenere la mentalità vincente e l'entusiasmo, se anche quando si gioca bene non si riesce a strappare il set agli avversari". Per di più se, come più volte ricordato, il momento non è dei migliori. Ora c'è poco a rammaricarsi sulle partite passate, ma bisogna guardare al futuro e rimboccarsi le maniche, continuando a lavorare con costanza. Marmo e Bracchi saranno assenti ancora per molto, quindi bisognerà trovare le giuste forze senza sperare in un miracolo esterno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.