1

minuto silenzio astori

OMEGNA- 12-03-2018- Quella appena trascorsa

è stata una settimana particolare per il mondo del calcio. La tragica scomparsa di Davide Astori, e i funerali che si sono tenuti giovedì, hanno scosso tutto il mondo calcistico che si è stretto intorno alla Fiorentina e a Firenze. Nel fine settimana sono arrivati degli attestati di stima, nei confronti dello sfortunato giocatore, anche dal mondo del calcio giovanile del Vco dove in molti campi sono andate in scena testimonianze spontanee di affetto proprio per Astori. La Delegazione del Vco, seguendo le direttive della F.I.G.C. nazionale, aveva già disposto un minuto di raccoglimento prima dell'inizio di ogni partita del settore agonistico, norma che è stata puntualmente rispettata, ma in alcuni casi si è andati oltre. I ragazzi della categoria "giovanissimi" (anno 2003 e 2004) della Voluntas Suna sono scesi in campo con una maglia, creata da loro stessi, con la scritta "Ciao Davide" e con quella addosso hanno osservato il minuto di silenzio che ha preceduto lo svolgimento della partita tra Gravellona San Pietro e Voluntas Suna. "Sono stati i ragazzi stessi- spiega il loro allenatore Massimo Costa- a voler creare questa maglietta e sia io che la società siamo stati ben lieti di accogliere questa loro richiesta". Ricco di significato anche il minuto di raccoglimento che ha preceduto la partita della categoria Esordienti 1° anno (anno 2006) tra la Ramatese e l'Accademia Verbania. In questo caso i ragazzi delle due squadre si sono raccolti in un unico abbraccio senza distinzione di maglia. Sia sul sito della società cusiana che sulla pagina facebook della Ramatese stessa, questo gesto è stato applaudito con la Ramatese che ha ringraziato l'Accademia Verbania. Tanti piccoli gesti che forse confermano la tendenza ad un nuovo atteggiamento da parte di chi frequenta il mondo del calcio. Tanti piccoli gesti che non saranno magari roboanti come l'applauso con cui è stata accolta la delegazione della Juventus che ha partecipato ai funerali di Astori (e chi segue il calcio sa quanto è forte la rivalità tra Fiorentina e Juventus) ma che fanno sperare che il calcio, soprattutto a livello giovanile, stia cambiando. Gesti che, inoltre, confortano perchè fatti dai giovani, ovvero da coloro che un domani saranno chiamati a rispettare regole e, soprattutto, il loro avversario. 

omegna_bagnella_allievi.JPGramatese_accaverbania.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.