1

baveno busto

BAVENO- 27-05-2018- Ci ha creduto e

sperato fino all fine il Baveno e per poco non riusciva nell'impresa di eliminare il Busto '81. Invece sono i lombradi ad accedere all'atto conclusivo per accedere alla Serie D e alla formazione di Pissardo restano le recriminazioni. Si recrimina per un'eliminazione arrivata senza perdere, frutto di due pareggi e che premia i lombardi per la regola dei gol in trasferta che valgono doppio. Si recrimina per un palo e una traversa colpiti nella stessa azione da Hado quando mancavano due minuti alla fine della partita. E resta soprattutto il rammarico per la mancata concessione di un rigore, apparso netto e solare, al terzo minuto di recupero per un contatto in area tra Nocciola e Menaglio. Proprio su rigore era passato in vantaggio, all' 8', il Busto con Anzano che aveva battuto Boatto dopo un mani di Zanella. Al 18' pareggio di Fabio Cabrini con un diagonale preciso e potente sul secondo palo. L'equilibrio, anche il match di andata era terminato 1-1, si spezzava all'11' della ripresa con Anzano che da fuori area sorprendeva ancora Boatto e scongiurava i supplementari. Baveno in avanti e Hado al 20' pareggiava. Poi ci provavano un po' tutti e il portiere ospite, Brescello, era superlativo su una punizione di Moia. Palo interno di Hado al 43', palla di nuovo sui piedi del bomber biancoblu e traversa piena. Al 48', infine, il contatto sospetto che il direttore di gara, il signor Monesi di Crotone, non si sentiva di sanzionare. 2-2 finale, sipario sulla stagione del Baveno, la stagione dei rimpianti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.