1

gozzano 1

GOZZANO - 03-07-2018 - "I miei uomini dovranno mettere cuore e sudore in campo. Io ho voglia di riscatto".  Antonio Soda, il neo trainer del Gozzano , neofita in C, si è presentato all’Hotel Tre Stelle di Briga Novarese e non nasconde le insidie ed il fascino dell’avventura tutta nuova. " Le ultime mie esperienze in panchina non sono state positive per l’ex centrocampista del Catanzaro con trascorsi in A (in D l’ultima apparizione nel 2017 retrocesso a Recanati dopo un buon inizio a Sanremo, Spezia in B e Benevento), ma ho grande voglia di riscatto. La C è un torneo difficile e con tante squadre toste":  I primi esami amichevoli saranno il 14 luglio contro il Napoli di Ancellotti e il Pisa nel triangolare di Dimaro. Con Soda il suo staff con l’allenatore in seconda Carlo Caramelli, il preparatore atletico Costantino Pavone, mentre il preparatore dei portieri è Roberto Pavesi. Il direttore sportivo Alessandro Casella ha fatto un elenco dei giocatori già confermati: i portieri Gilli e Signorini, poi Abel Gigli, Emiliano, i giovani Petris e Vena’s , Guitto, Gemelli, Romeo, Lunardon. In dirittura di arrivo i rinnovi per Messias, Tordini e Vono con la preparazione che inizierà l’11. "Non ci spaventa iniziare con un gruppo ristretto di giocatori – ha aggiunto Casella. La nostra società non puo’ fare pazzie sul mercato. Dobbiamo cercare una punta per sostituire Capogna, ma per la C il mercato rimarrà aperto fino al 26 agosto. La Coppa Italia la useremo solo come collaudo di ambientamento. La settimana più importante del mercato sarà quella tra il 19 ed il 26 quando i prezzi si saranno calmierati e ci sarà più possibili di fare buoni affari".  A fare gli onori di casa il nuovo segretario generale Filippo Marra Cotrupi ed il presidente onorario Fabrizio Leonardi con il suo vice Bruno Bacchetta ed il direttore generale Mauro Lesina sotto la regia del sagace dirigente Giacomo Diciannove, rappresentante in lega. Il sindaco Carlo Biscuola spera che i lavori allo stadio D’Albertas inizieranno presto: "Dalla Regione sono stati promessi 300.000 per l’adeguamento delle strutture dello stadio. Bisogna creare 1500 posti a sedere e poi c’è da rifare l’impianto di illuminazione su cui dovrebbero intervenire degli sponsor": Patron Alberto Alesina, sponsor della Far, è il vero artefice del miracolo Gozzano: "Dovremo giocare a Novara, uno stadio enorme che non riusciremo a riempire. Speriamo di tornare al più presto a giocare in casa, si dice per Natale. L’obbiettivo è di avere tanti gozzanesi a sostenere la squadra. Se giocheremo in uno stadio davanti a pochi intimi tutto questo sarà vano. Avremmo potuto giocare a Borgomanero adeguando lo stadio, ma poi non saremmo più rientrati a Gozzano. Mi piaceva anche Vercelli, uno stadio piccolo. Novara comunque è una struttura d’avanguardia. Speriamo che anche i novaresi ci guardino con simpatia e ci sostengano". Casella ha poi escluso che l’ex Zerbin, oggi a Napoli, possa rientrare a Gozzano in C. "Ci saranno anche dei nuovi sponsor che ci aiuteranno nell’impresa di mantenere la categoria che per una realtà come Gozzano è come vincere una Coppa dei Campioni".


Maurizio Robberto

gozzano_5.jpggozzano_2.jpggozzano_4.jpggozzano_3.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.