1

Schermata 2018 08 06 alle 17.16.27

MONTECRESTESE- 06-08-2018- L’amministrazione di Montecrestese

non molla, e dopo il passaggio delle vetture in occasione del Rally Valli Ossolane 2018 grazie all’autorizzazione provinciale, dopo il diniego comunale, ritorna sull'argoento segnalando dimissioni di un assessore e disagi per i cittadini: " La Provincia ha autorizzato il passaggio del Rally, avverso il quale la stessa amministrazione di Montecrestese aveva dato - con un mese di anticipo sulla competizione - diniego motivato- si spiega in un comunicato- così si è dovuta affrontare, in Giunta prima ed in Consiglio poi (nella riunione del 31/7/2018), la sostituzione dell’Assessore Gianni Papa, a seguito di dimissioni spontanee datate 2/7/2018 n.prot.3335, in cui l’ex-assessore protestava per la “mancanza di dialogo e di rispetto verso un’Istituzione che è il Comune il quale comunque si è sempre adoperato per cercare di aiutare l’ente [Provincia] (in modo gratuito e con l’utilizzo di proprie risorse e materiali) con la manutenzione delle strade che avrebbe dovuto essere di sua competenza (taglio del verde lungo la strada, sistemazione di buche e segnaletica orizzontale).” Pur avendo chiesto al sig.Papa un ripensamento, alle motivazioni addotte l’Amministrazione si associa unanimemente in maniera solidale. L’Amministrazione ha affidato l’incarico di Assessora alla sig.ra Alexandra Tognini.

Oltre a questo danno istituzionale, il Comune ha ricevuto dalla popolazione di due frazioni – Spesc ed Alteno – richiesta di intervento per la chiusura, non autorizzata e realizzata ad opera dell’Organizzazione PSA, responsabile del Rally in oggetto, delle rispettive strade di accesso, con inevitabile coinvolgimento delle Forze dell’Ordine. Dal 2 luglio il Comune ha inviato regolare segnalazione ed è perciò in attesa di chiarimento da parte di chi è competente in materia di accertamento delle responsabilità e relative sanzioni.

Si rileva infine con rammarico che, l’indesiderato passaggio del Rally, in concomitanza con strade chiuse per lavori in corso - fatto che, tra altri, ha motivato l’opposizione del Comune -, ha causato anche la rinuncia da parte di molte persone a partecipare alla Festa Liturgica di S.Luca, calendarizzata sin dal 2017 nello stesso giorno nel quale si chiedevano le strade per il Rally: molte persone hanno infatti preferito non recarsi alle celebrazioni - importante momento di coesione sociale -, per paura di complicazioni e rischi dovuti alla presenza della competizione sull’unica arteria disponibile.

Auspichiamo che, per gli anni futuri, gli Enti preposti sappiano fare tesoro di questa esperienza, negativa sotto numerosi punti di vista, primo fra tutti la fiducia nella leale collaborazione tra enti".

E chissà cosa succederà con la nuova giunta che verrà eletta il prossimo anno...!

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.