1

sylla miria

VERBANIA – 27.07.2019 – Amiche, compagne di squadra

e donne-copertina di una Nazionale multietnica (e vincente) che tiene alto il nome dell’Italia nel mondo. È sul Lago Maggiore il fine settimana di Miriam Sylla e Paola Egonu, campionesse di volley che oggi hanno fatto capolino a Verbania. Miriam, 24 anni, è la schiacciatrice dell’Imoco Conegliano campione d’Italia, che in finale ha strappato lo scudetto all’Igor Novara di Paola, opposto che proprio in estate ha cambiato casacca, accasandosi nel team trevigiano. In attesa di ritrovarsi a sudare in palestra e dopo gli impegni con la Nazionale, le atlete si sono concesse uno svago a scopo benefico. Sylla è, infatti, la testimonial di Beach for babies, l’evento sportivo e di solidarietà che, giunto al suo sesto anno, scatterà domani. La grintosa giocatrice azzurra s’è resa disponibile come improvvisato coach per sostenere, dalle 17,30, uno stage con i ragazzini e le ragazzine under 13 che si sono iscritti all’”antipasto” di B4B. E l’amica oggi ha deciso di accompagnarla, senza un impegno sportivo ma per la gioia dei tifosi.

Stamane l’Action Agency arena, il campo in sabbia con tribune approntato in piazza San Vittore a Intra, ha incassato l’ok della Commissione di vigilanza sui luoghi e locali di pubblico spettacolo ed è pronta ad accogliere i quasi 200 giocatori attesi da lunedì a domenica prossima: 32 coppie nel tabellone maschile, 30 di quello femminile, 10 under 16 uomini e 12 Under 16 “rosa”. Si comincia lunedì con le donne e si andrà avanti a giorni alternati con gli uomini sino a domenica, quando si disputeranno tutte le finali.

Accanto agli eventi sportivi e dopo il successo dello spettacolo cabarettistico del teatro “Maggiore”, la novità del 2019 è il food court. In piazzetta Fasana, area contigua all’arena, ci sarà uno stand gastronomico fisso e, tutte le sere, un evento particolare in collaborazione con negozi e locali d’eccellenza del territorio.

Il tutto con fini benefici. Il ricavato dell’evento s’aggiungerà ai 22.000 euro del 2018 per acquistare le attrezzature della “Casa del parto” e fornire all’ospedale “Castelli” l’innovativo servizio del parto in acqua.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.